Pages Navigation Menu

Il sogno prende forma

Una candela illumina il Lager

Una candela illumina il Lager

di Silvia Pascale –


Giancarlo Turchetto, Sottotenente in Grecia, dopo l’8 settembre 1943 viene catturato dai tedeschi a Volos e deportato attraverso un lungo viaggio a Beniaminowo, da dove poi sarà trasferito a Sandbostel e infine a Wietzendorf.

La storia del protagonista è una delle tante vicende che coinvolsero oltre 600mila militari italiani fatti prigionieri dai tedeschi dopo l’8 settembre del ‘43. È la storia di una Resistenza senz’armi, di un militare che ha scelto di restare nel Lager piuttosto che collaborare con Hitler e Mussolini. Turchetto racconta ogni giorno la sua prigionia: sono pagine preziose, descrizioni vivide, emozioni scritte sulla carta alla luce fioca di una candela. E sono tutte rivolte alla moglie Mariuccia – chiamata affettuosamente Uccia – ai figli e alla mamma Camilla, che a casa hanno atteso a lungo il suo ritorno.

La scrittura ha il carattere vivo di un romanzo, ma romanzo non è. Le condizioni di vita sono misere, si soffre il freddo, la fame, e il pensiero della morte accompagna costantemente il protagonista. È’ una condizione che di umano non ha più nulla, ma Giancarlo sopravviverà e riuscirà a tornare grazie all’amore per la sua famiglia, che gli darà la forza di resistere alla degradazione del Lager. Il testo è corredato da un agile apparato storiografico e contiene documenti e fotografie.

divisore

Prezzo

 

Libro euro 18,00

eBook euro 5,00

SCHEDA TECNICA

Titolo: Una candela illumina il Lager

Autore: Silvia Pascale Genere: Testimonianze di guerra 

Illustrazione di copertina realizzata da: Gabriella Di Stefano

Pagine: 416 Collana: Le nostre guerre

Mese/Anno di pubblicazione: settembre 2018

ISBN Libro: 978-88-6660-268-2 | ISBN eBook: 978-88-6660-269-9

Silvia Pascale vive a Treviso, è docente e studiosa di storia.

Dopo la specializzazione in Storia Romana e molteplici lavori di ricerca in questo ambito, si è dedicata all’applicazione in classe dei laboratori di storia e alla formazione dei docenti. Per la didattica innovativa storica e le tematiche legate soprattutto ai Diritti Umani ha vinto diversi premi nazionali. Ha collaborato con il DiPast (Centro Internazionale di Didattica della Storia e del Patrimonio) dell’Università di Bologna. Dal 2011 si occupa di storia moderna, in particolare delle questioni legate al genocidio armeno, ai campi di concentramento e alla vicenda degli Internati Militari Italiani (IMI), soprattutto dopo la scoperta di legami familiari con quelle vicende storiche. Collabora con l’ANRP, di cui è fiduciaria, e con l’ANEI. Con Barbara Conte gestisce su Facebook un gruppo chiuso che conta più di mille persone per condivisione, ricerca e scambio di documentazione sugli IMI.

Nel 2017 con CIESSE Edizioni ha pubblicato “Come stelle nel cielo – In viaggio tra i Lager”.

Email Autrice (per info, documentazione e ricerche)

Recensioni e/o Interviste
Recensioni e/o Interviste Una candela illumina il Lager
Attualmente nessuna Recensione/Intervista

Pagina Facebook Autrice

Titolo su Anobii

Attualmente nessun articolo